LA GALLERIA CIVICA D’ARTE CONTEMPORANEA DI MONTECATINI TERME (MO.C.A.) ACQUISISCE L’OPERA DELLA PITTRICE MARCELLA DONATI.

LA DONAZIONE OGGI SOTTO IL CELEBRE DIPINTO DI MIRO'.

LA TELA E’ DEDICATA ALL’ACQUA E FARA’ PARTE DELLA COLLEZIONE PERMANENTE DEL MUSEO. 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Montecatini Terme (PT), 28 Ottobre 2015 – Oggi il MO.C.A., la galleria civica d’arte contemporanea di Montecatini Terme, si arricchisce di una nuova opera. L’artista toscana Marcella Donati ha consegnato nelle mani dell’Assessore alla cultura Bruno Ialuna, “Se fossi una goccia d’acqua”, numero zero di una serie di lavori dedicati all’elemento principe del territorio montecatinese e su cui la Donati mostra di voler portare ancora l’attenzione.

 

La donazione della tela (70X50 cm, tecnica mista) arriva a conclusione della mostra Trasparenti Riflessioni, curata dal critico Maurizio Vanni e allestita fino allo scorso 25 ottobre presso la Galleria Turelli e nel parco delle Terme del Tettuccio. L’esposizione - due installazioni site specific di grande magniloquenza visiva più dieci dipinti realizzati a cavallo del Duemila – è stata visitata dagli oltre 30 mila visitatori che dal 16 maggio hanno frequentato lo stabilimento termale.

 

Vorrei che questa tela rappresentasse non solo il mio omaggio a Montecatini, ma anche la necessità di guardare all’acqua come alla risorsa più preziosa della vita, una risorsa da preservare”. Così l’autrice che da tempo dedica gran parte della sua produzione artistica al tema dell’acqua e alle varie problematiche ad essa legate. “I commenti dei visitatori – ha proseguito – lasciati nell’installazione Solum Per Aqua, testimoniano sensibilità e voglia di portare avanti il confronto”.

L’opera, che lavora sulla suggestione della tridimensionalità, con la resina e gli acrilici a simulare una cascata lenta, sinuosa di acque cristalline, entra a far parte di quella collezione permanente che conta più di duecentocinquanta masterpieces dal Novecento ai giorni nostri di altrettanti Maestri e talenti di livello internazionale quali Annigoni, Mirò, Viani, Possenti, Ceroli, Ben Eine, JR, Shepard  Fairey, Nidaa Badwan, Cope2 e Aldo Rossi.

In attesa di trovare la giusta e meritata collocazione tra i grandi dell’arte contemporanea, la tela della Donati sarà custodita insieme con altre acquisizioni della Galleria di cui vedremo presto il debutto ufficiale.

 

Lo assicura Bruno Ialuna, Assessore alla Cultura che esprime, inoltre, parole di ammirazione per l’opera e il suo significato morale. “Siamo felici di aprire le porte del MO.C.A. ad un’artista come Marcella Donati che mette pittura e scultura a servizio di una questione di livello globale. Con questo lavoro acqua ed arte diventano un unico veicolo di emozione e riflessione per chi le vorrà osservare attentamente”.  

 

Marcella Donati ha infine accennato ad un futuro progetto editoriale che raccolga i commenti più salienti inseriti durante questi mesi di esposizione alle Terme del Tettuccio nel basamento dell’installazione Solum per Aqua.